Sale
bice
image

Bice

€109,00 €55,00

1 in stock

SKU: bic15 Category:

Double breasted dress with no sleeves in cotton.  Skirt whit rouge. Madreperla buttons. 100% cotton lining.

Bice e la fata madrina
A Collefiorito, nascoste tra l’erba alta dei prati o dentro le siepi di bosso, vivevano le ultime, minuscole fate dei fiori. Non era usuale per queste fatine intromettersi nelle faccende degli uomini, tranne quando nasceva un bambino: allora sceglievano di comune accordo chi tra loro dovesse dare il benvenuto al nuovo nato.
In una bella giornata di maggio, nei giardini del palazzo reale di Collefiorito si festeggiava l’ingresso nella comunità della figlia del re, e tra i numerosi ospiti – invisibile, se non agli occhi della piccina – c’era anche una fata, in qualità
di fata madrina.
La fata si aggirava intorno alla culla della principessa, sforzandosi di trovare un regalo speciale, all’altezza dell’onore che le era toccato.
Stava ormai rassegnandosi a rendere la sua figlioccia ancora più graziosa e vispa di quanto non fosse già, quando udì che una giovane dama diceva ad un’altra:
«Hai visto che meraviglia il vestito della piccola Bice?»
In effetti Bice, così si chiamava la principessa, indossava un incantevole abito, di un tessuto lucido, frusciante al minimo movimento. La fata si soffermò ad ammirare la gonna lunga, che la mano abile della sarta di corte aveva ricamato, e notò che si allargava da sotto il corpetto, simile alla corolla di un fiore. Poi guardò Bice, intenta a
succhiarsi la mano paffuta. Alla vista della fatina alata, la principessa emise un gorgoglio di sorpresa e subito dopo sorrise, tendendo verso di lei le braccia.
Commossa, la fata sussurrò:
«Possiedi già innato il dono di procurare e di ricevere gioia, piccina! Che altro ti posso dare di più prezioso? A meno che…»
Tornando a guardare la gonna che somigliava a una corolla, la fatina decise finalmente quale sarebbe stato il suo regalo. Dopodiché si chinò all’orecchio della principessa e pronunciò solenne:
«Dove tu passi, che sboccino i fiori!»
Così, quando la balia percorse uno dei viali del giardino con la principessina in braccio, grande fu la meraviglia degli ospiti nel vedere che al passaggio della donna ogni siepe e cespuglio si ricopriva improvvisamente di fiorellini. Rimasero tutti senza parole. Tutti ad eccezione della giovane dama, che disse:
«Non sembra anche a voi che le campanelle fiorite ovunque nel verde siano uguali al vestito della principessa Bice?»