Sale
image

Altea

€45,00 €20,00

COD: Alteaverde Categorie: ,

Abito svasato con amica aletta in 100% lana. Fodera 100% cotone.

Elda e l’uccellino
Ai primi freddi l’uccellino lasciò il bosco montano che lo aveva ospitato per tutta l’estate e venne a stare in pianura.
«Quale giardino sceglierò per trascorrere l’inverno?» si chiedeva, mentre volava qua e là alla periferia della città. «Forse, se do una sbirciatina all’interno delle case, posso decidere meglio dove fermarmi. Ecco laggiù una finestra socchiusa…Comincerò da quella!».
Detto fatto, l’uccellino atterrò sul davanzale della finestra adocchiata dall’alto e curiosò all’interno della stanza, che era la cameretta della piccola Elda.
Elda era seduta sul tappeto e intanto mangiucchiava un biscotto, mentre la mamma stava scartando un pacco.
Quando dal pacco uscì un abitino di stoffa preziosa, Elda inghiottì in fretta l’ultimo pezzetto di biscotto ed esclamò:
«Che bello! Posso provarmelo subito, vero, mammina?! Così, almeno, mi pavoneggio un po’».
La mamma si stupì, sentendo l’espressione mi pavoneggio dalle labbra di una bambina così piccina, quindi rispose:.
«Ma sì, tesoro mio, pavoneggiati pure! Prima però fammi chiudere la finestra, perché c’è uno spiffero d’aria fastidioso e non vorrei che tu prendessi freddo».
Sentendo queste parole, l’uccellino volò lesto dentro la stanza, per andare a posarsi sulla spalliera del letto.
«Scusa l’intrusione, piccola, ma volevo dare un’occhiata da vicino al tuo abitino!» cinguettò, rivolto ad Elda, capace, come tutti i bambini, di comprendere il linguaggio di qualsiasi animaletto.
«Guardalo quanto ti pare!» fu la pronta risposta della bimba. «Ti piace?»
«Altroché se mi piace! È pure meglio del mio piumaggio variopinto che, come avrai notato, è un vero e proprio capolavoro» cinguettò di nuovo l’uccellino, gonfiando le piume del petto. Elda ripensò a dove avesse già visto l’uccellino e si ricordò di un libro illustrato a casa dei nonni. Poi si ricordò anche di quello che le aveva
raccontato il nonno su quel tipo d’uccelletti ed espresse il suo pensiero ad alta voce.
«Mio nonno dice che sei un vanitosello…Dice che sei più vanitoso di un pavone!»
Stavolta l’uccellino rimase zitto: era troppo impegnato a rimirare il vestitino!